Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Giovedì 23 Maggio 2024
Italiano English

Booking.com

*** Rinviato***99 Posse in concerto: Cattivi guagliuni Tour

Perugia (PG) - I 99POSSE saranno in concerto, nell'ambito del "Cattivi guagliuni Tour", per presentare il nuovo album

Sabato 4 febbraio 2012 alle ore 22:30

Ingresso 12 € (15 € in prevendita)

"Cattivi guagliuni" è l'album del ritorno sulle scene della 99POSSE. Album che è uscito in anteprima il 18 ottobre solo su iTunes, mentre dal 25 ottobre è presente in tutti i negozi grazie alla distribuzione curata da Artist First.
E se l'autunno ha avuto come colonna sonora la title track dell'album, "Cattivi guagliuni", singolo che in questi mesi è giunto a conquistare la vetta della classifica della Indie Music Like (i brani indipendenti più trasmessi dalle radio italiane) mentre il videoclip firmato nientepopodimenoche da Abel Ferrara si è aggiudicato il premio Backstage assegnato da XL allo scorso MEI, ora c'è bisogno di una bella scossa alla letargia invernale, e questo compito calza a pennello a " Tarantelle pe' campa' ", il nuovo singolo che si avvale della collaborazione di Caparezza! Il videoclip, presentato in anteprima web l'11 gennaio, ha superato le 50.000 visualizzazioni in sole 20 ore e si candida al ruolo di " tormentone indy " dei prossimi mesi!

Ma in questi giorni giorni troviamo la 99POSSE alle prese con quella che è la dimensione ideale del loro fare musica: il live! Parte infatti il "Cattivi guagliuni tour 2012", prodotto da Vesuvio Live Music ed il cui booking è seguito da Big Fish, una delle agenzie leader in Italia nell’organizzazione e produzione concerti, tour ed eventi!


A dieci anni dal loro ultimo album, tornano i 99 Posse con l’album Cattivi Guagliuni.

Com'è noto, sono stati anni complicati, per il mondo intero e naturalmente pure per la band napoletana, dichiarata ufficialmente sciolta nel 2005 e riformatasi nel 2009, anche sull'onda del successo del tour di reunion per il ventennale.

In questi anni i vari componenti del gruppo hanno continuato a produrre musica e idee – Marco Messina con vari progetti e produzioni, tra cui Resina insieme ai Retina.it e Nous con Meg, Massimo Jovine impegnato col fratello Valerio nell'omonima band, ‘O Zulù impegnato nel progetto Al Mukawama  – ma nulla a nome 99 Posse.

La loro è una voce unica in Italia, lucida, radicale e underground, nata nella culla del primo rap italiano ma che oggi spicca per la singolarità del punto di vista. Il loro linguaggio, sempre molto acceso, suona persino più affilato e diretto di prima, certamente più maturo. Le tematiche restano le stesse: l'ingiustizia, la repressione la libertà; temi che sono forse persino più attuali oggi di allora e certamente più urgenti.

Il suono di Cattivi Guagliuni segna una sorta di ritorno alle origini e ripropone l'efficacissima miscela di generi che caratterizza la band fin dal primo album, naturalmente aggiornata a oggi.

Si va dall'R'n'B tinteggiato di Reggae della title track ai suoni Nu Disco di Confusione totale e Penso che non me ne andrò fino all'Hardcore Punk di La Paranza di San Precario. Con alcuni punti fermi, innanzitutto il Raggamuffin (Canto pe' dispietto, Tarantelle pe' campa') e l'Hip hop (Morire tutti i giorni, University of Secondigliano).

Anche i testi confermano e rinnovano la tipica miscela di attivismo, dissacrazione e alta temperatura emotiva degli esordi e ce n'è per tutti, a destra come a sinistra (farà discutere lo short Yes Weekend, con le voci campionate di Bersani, Franceschini e Finocchiaro).

Naturalmente si parla di attivismo (Mo' basta, Penso che non me ne andrò), dell'Italia di oggi (Italia Spa, Vilipendio) e della vita (Morire tutti i giorni) ma non manca il consueto humor dei 99 Posse, in gran spolvero in Tarantelle pe' campà (con Caparezza).

Tra i picchi emotivi ci sono Canto pe' dispietto, ricca di riferimenti auto-biografici anche controversi, Mai più io sarò saggio (ispirato dalla raccolta Lamento in Morte di Carlo Giuliani di Nichi Vendola) e Resto Umano, dedicata a (e con la voce di) Vittorio Arrigoni, giornalista e attivista italiano ucciso a aprile scorso nella striscia di Gaza.

Ricco l’elenco delle collaborazioni: da Caparezza a molti nuovi e vecchi complici della scena napoletana: Daniele Sepe, Speaker Cenzu, Valerio Jovine, Clementino e Claudio Marino.

Menzione a parte merita l’incontro con Abel Ferrara, che ha diretto il videoclip del primo singolo Cattivi Guagliuni.
Se c'è un'espressione che descrive lo stato d'animo di questo album è Rinnovata Energia, chiaro segnale di un ritorno sulle scene non occasionale né opportunistico.


 

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Mappa

Calcola percorso in auto

Umbria OnLine pubblicità

MAPPA DEGLI HOTELS DELLA CITTA' DI PERUGIA:

Booking.com